After summer ’13 survival music

sunset-summer

Una selezione per sopravvivere alla fine dell’estate con una chicca finale, il remix dei berlinesi Tale of Us del pezzo “Primative People” (Mano Le Tough).

Enjoy!

1. Till it’s gone – UMAMI
2. 2 Come back – CLIMBERS
3. Electricity – LEE FOSS & MK feat. Anabel Englund
4. All the same – SLOW HANDS & TANNER ROSS
5. No Eyes – CLAPTONE feat. Jaw
6. Bring it Back – VANILLA ACE
7. Got a feeling – JOSH BUTLER (BONTAN rmx)
8. In you – WILD CULTURE & Juliette Sikora
9. Primative People – MANO LE TOUGH (TALE OF US rmx)

Il ritorno dei Daft Punk, i rumour si realizzano

Daft Punk

Daft Punk

Un anno fa, qui su Mashion Fusic, si parlava del duo parigino e dei rumour che circolavano online su una collaborazione con il compositore/discografico Nile Rodgers (musicista degli Chic e noto per aver prodotto brani per Diana Ross, Sisters Sledge ecc..).

La grande news è che i Daft Punk sono tornati e vantano la collaborazione di Pharrel Williams in questa hit intitolata “Get Lucky” che anticipa l’album di prossima uscita “Random Access Memory“.

Groove estivo e video teaser proiettato “world premier” al Coachella il 14 aprile scorso.

Su Spotify è già successo…non ci sono dubbi sull’album e incrociamo le dita per rivedere il duo in performance Live.

IL FUORI SALONE & LO SPAZIO ROSSANA ORLANDI

IMG_8391

Image

E anche quest’anno il famigerato Salone del Mobile di Milano, e il figlio maggiorenne Fuori Salone, sono terminati.

Un ennesimo e piacevole tour de force, ricco ricchissimo di serate, eventi, dj set, con fiumi di milanesi desiderosi di viversi la bella Milano open-air e parecchi stranieri che regalano alla città quel tocco internazionale.

Ma la vera scoperta di questo Fuori Salone 2013 è stato uno spazio magico, ricco di storia, con un “soul” e un carisma che colpisce al primo passo oltre il portone di ingresso.

Mi riferisco allo Spazio Rossana Orlandi, fondato nel 2002 dalla Signora del design Orlandi. Rossana arriva dal mondo della moda, ma predilige il design di ricerca e sfrutta il suo spazio per promuovere giovani talenti, del calibro di Tom DixonNacho Carbonell.

Questo hub creativo prende vita da una ex fabbrica di cravatte milanesi – di cui la fondatrice se ne è da subito innamorata, e contiene una galleria, un negozio e un ristorante (Pane e Acqua). Conserva ancora le pareti originali, gli scaffali contenenti pezzi di stoffa e bottoni, i vecchi robusti mobili in legno scuro, le ampie finestre dai vetri sottili, il cortiletto all’ombra.

E’ una vera e propria poesia del design contemporaneo. Visitare per credere.

Image

Image

Image

Image

Image

Image

Image

Lo spazio Rossana Orlandi si trova a Milano in Via Bandello 14/16.

CLAPTONE NON DELUDE, EXPLOITED REC. LO ACCOGLIE

photo-gallery

Image

E’ già marzo, la primavera sta per accoglierci e i primi pensieri verso party all’aria aperta, barbecue, rooftop e magari qualche spiaggia iniziano a circolare per la testa.

Partiamo allora da un’ artista berlinese che nel 2012 si è presentato grazie all’etichetta EXPLOITED (quella di Doctor Dru e Adana Twins per intenderci) e che ha sorpreso un bel po’ di persone nel panorama dance/house mondiale: Claptone.

Perchè ha sorpreso?

Perchè ha scalato le classifiche (in Germania è “artist of the year” per Trencharts DCC), perchè ha avuto il coraggio di riprendere nostalgiche tracce hip hop con la giusta good-vibe e rivisitandole con un tocco deep-house molto coinvolgente.

Qualche titolo? ‘Cream’ che riprende una perla dei Wu Tang Clan (prodotta da RZA nel lontano 1994 su sample dei The Charmels’ datato 1967) fino a “Shock” che ci ricorda un altro classico hip hop intitolato “Shook ones” dei Mobb Deep.

2013?

Ebbene sì, altre due chicche intitolate “Wrong” (altra citazione al famoso pezzo “Still Dre” di Dr. Dre) e “No Eyes” che ci porta veramente verso il clima primaverile con un vocal stupendo di Jaw.

Il ragazzo ha davanti a sè solo il meglio.

MILANO FASHION WEEK 2013 – L’UOMO CHE VERRA’

prada sfilata uomo autunno inverno 13 14

Milano. Capitale della Moda. E dell’uomo che ha stile da vendere. Forse.

PRADA

prada sfilata uomo autunno inverno 13 14

prada sfilata uomo autunno inverno 13 14

prada sfilata uomo autunno inverno 13 14

Ho apprezzato il ritorno dell’uomo borghese raccontato da Miuccia Prada, uno sbarbatello che passeggia tra mobili di design dell’azienda OMA. Una casualità scanzonata, una nonchalance, un’ ostentata indifferenza a favore della bellezza mentale, rallegrata da tocchi naif di navy, senape, menta, rosso. “Lo spirito scanzonato di uno stile accidentale”, come descrive sapientemente Fabiana Fierotti su Vogue.it.

DOLCE&GABBANA

dolce&gabbana sfilata uomo autunno inverno 13 14 dolce&gabbana sfilata uomo autunno inverno 13 14 dolce&gabbana sfilata uomo autunno inverno 13 14


Mi ha fatto sorridere l’uomo siculo di Dolce&Gabbana, riportandomi alla mente il sapore di agrumi di Sicilia e quell’atmosfera come sospesa. Sfila un ragazzotto di strada (letteralmente), che porta con se’ un piglio grezzo, vero, immediato, come la sua terra. Piovono santini, madonne, decorazioni barocche, immagini di città, oro, velluto, seta e pelliccia. Tanto nero e camicie bianche. Il classico del classico.

DSQUARED2

dsquared sfilata uomo autunno inverno 13 14 dsquared sfilata uomo autunno inverno 13 14 dsquared sfilata uomo autunno inverno 13 14
L’uomo Dsquared è imprevedibile e giocoso come sempre, diverso da una stagione all’altra. Il prossimo autunno/inverno Dean and Dan se lo immaginano passeggiare divertito sulle note retrò del ritmo swing, come in un flashback patinato in pieni anni ‘40. E’ un marine che torna a casa, è un signorotto elegante, e alla fine è pure uno spogliarellista. I look sono super portabili, e l’equilibrio tra lo street e il sartoriale è perfettamente riuscito.

ETRO

etro sfilata uomo autunno inverno 13 14 etro sfilata uomo autunno inverno 13 14 etro sfilata uomo autunno inverno 13 14

Comodo e anticonformista l’uomo Etro. Un barbaro dal buon gusto che pare arrivare dalle montagne mongole, capace di assecondare il rigido inverno con calde pellicce, maglie jacquard, sciarpe e velluto, osando un tocco di animalier e qualche stampa barocca. Un uomo narciso, “agghindato” con collane dalla simbologia mistica, che portano con se’ un alone di intrigante mistero e di, al tempo stesso, sorprendente semplicità.

TRUSSARDI

trussardi sfilata uomo autunno inverno 13 14 trussardi sfilata uomo autunno inverno 13 14 trussardi sfilata uomo autunno inverno 13 14


Umit Benan disegna per Trussardi un uomo rilassato e casual, che, in un sabato pomeriggio assolato, passeggia su un tappeto di foglie autunnali, comodamente. Il pantalone confortevole diventa quasi elegante grazie alla classica riga in mezzo, i cappotti si allungano, i blazer sartoriali abbondano, i colli si fanno alti, e le macchie di colori accendono i look dai colori della terra. Una declinazione elegante di uno sportwear un po’ dandy.

ERMENEGILDO ZEGNA

zegna sfilata uomo autunno inverno 13 14 zegna sfilata uomo autunno inverno 13 14 zegna sfilata uomo autunno inverno 13 14


Il Mister Grey proposto da Ermenegildo Zegna ha l’aria di essere spietato, austero, incredibilmente competente nel suo lavoro. Sceglie il grigio, tanto grigio, i blazer sartoriali, i cappotti severi, il velluto nero. D’obbligo la camicia bianca, il doppio petto e la cravatta inserita nei pantaloni. Tecnologia e razionalità, e quel savoir faire tutto italiano.

Z ZEGNA

z zegna sfilata uomo autunno inverno 13 14 z zegna sfilata uomo autunno inverno 13 14 z zegna sfilata uomo autunno inverno 13 14


Più giovane è l’uomo di Paul Surridge sulla passerella di Z Zegna. I toni caldi color cioccolato sono un rassicurante sottofondo agli audaci tocchi arancioni, che arrivano a sorpresa. Da notare il dettaglio della sottile cintura, una classicità avanguardistica che ben si sposta con l’approccio digitale e innovativo del trattamento dei tessuti. Un presente che è già futuro, forte di un importante heritage.

ANDREA INCONTRI

andrea incontri sfilata uomo autunno inverno 13 14 andrea incontri sfilata uomo autunno inverno 13 14 andrea incontri sfilata uomo autunno inverno 13 14


E per concludere, Andrea Incontri, talento scoperto al “Who’s on next?” di Roma, e attuale designer della linea Accessori di Trussardi. Andrea propone un uomo sobrio, rilassato, con quell’aria da artista aristocratico privo di preoccupazioni. Tonalità neutre color caramello, vaniglia e cioccolato intervallate da tocchi di blu. Spicca in alcuni look il calzino bianco, che nell’insieme non stona, anzi, aggiunge un tocco sporty, in perfetta sintonia con un mood gentile e non ostentato.

MIGUEL CAMPBELL, HOUSE E FUNKY CONTEMPORANEI

Miguel-Campbell

Image

Pensiamo ad un artista che è in giro dai primi anni ’90… può far senso, ma stiamo parlando già di una ventina di anni di musica.
Direttamente da Leeds (UK) Miguel Campbell ha sempre fatto il DJ e questo è un significativo punto di forza quando vuoi iniziare ad approcciare il mondo della produzione musicale: iniziò a comporre le prime tracce con un amico fondando il duo undergrund HCB.

Nel 2006 fonda la propria etichetta Outcross Records e da quel momento ogni disco, ogni remix sono pezzi eccellenti.

Sempre un mood rilassato, cantati mai banali e fastidiosi, figlio di quelle sonorità soul/funkeggianti che hanno contagiato la migliore house.

Pezzi consigliati?

Non rimane che ascoltare la nuova bomba, uscita su etichetta Hot Creations, introdotta da Rob Da Bank insieme a Jamie Jones su BBC Radio 1.

SONAR OFF 2012

sonar off barcelona 2012

Tutti hanno sognato il primo viaggio a Barcelona.
E’ la città con 13 km di costa, piena di persone da tutte le parti del mondo, colma di arte, gallerie parchi, spiagge e pure tanti festival.

Bene, oltre al rinomato SONAR, oggi parliamo del SONAR OFF 2012, che ogni anno dal 13 al 20 giugno impatta sulla città con party distribuiti a macchia di leopardo ed è diventato ormai una sorta di “fuori-SONAR” con la possibilità di partecipare a feste a tutte le ore della giornata.

Ecco un resoconto dei party presenziati:

- GIOVEDI’ 14 GIUGNO

un salto al party dell’etichetta berlinese EXPLOITED nell’Hotel Barcelo Raval, dove il fondatore Shir Khan ha portato una line-up composta da Adana Twins, Joyce Muniz, Doctor Dru e i Cocolores.

La cosa che mi impressiona di questa etichetta è lo spirito rilassato, le influenze souleggianti e i rifacimenti a tracce hip hop (da sentire Doctor Dru & Adana Twins “Juicy Fruit” e Clapton “Cream”).

- VENERDI’ 15 GIUGNO

Vicino all’aeroporto El Prat un salto al DIYNAMIC SHOWCASE in spiaggia, al Chiringuito Calamar

L’etichetta di Amburgo Diynamic ha presenze forti (vedi Solomun) e l’atmosfera respirata durante i diversi DJ Set richiama quella ibizenca.

- SABATO 16 GIUGNO

Personalmente il miglior party, location Boo Beach Club praticamente su un molo e nientemeno che l’etichetta americana WOLF & LAMB che ha saputo intrattenere spaziando dal reggae al soul/funk, fino ad arrivare all’house e alla nu disco & rooftop music con super artisti quali Soul Clap, Tanner Ross, Voices of Black, Slow Hands in performance live.

- DOMENICA 17 GIUGNO

Per chiudere il viaggio, dopo spiagge e hotel, ecco un club.
Si tratta del party dell’etichetta No. 19 al WOLF CLUB
dove l’occasione è unica perchè puoi vedere nuove leve come Miguel Puente, Russ Yallop insieme alla performance live di Deniz Kurtel per chiudere con gli Art Department…non ci si può lamentare.

Quanto manca al prossimo OFF SONAR?

MULTICOLOR QUEEN ELISABETTA II

multicolor queen elisabetta

6o anni fa Elisabetta II veniva nomitata regina del Regno Unito. 6o anni dopo, questa simpatica vecchina multicolor diventa ‘il volto’, o meglio, forma e contenuto della mazzetta Pantone. I creativi di Leo Burnett Londra rendono onore al suo Diamond Jubilee così: dedicandole una cartella ad hoc con tanto di codice pantone, data e luogo in cui, la regnante amante delle tinte forti e dei cappelli strambi, ha indossato l’abito del colore corrispondente.
Adorabile!